CAT Commercio ___________________________________________________________________________________________________

FERRARA

Progetti di animazione dei Lidi di Comacchio - scadenza 24 febbraio 2012

La CCIAA di Ferrara sostiene con contributi la realizzazione di programmi integrati contenenti iniziative di accoglienza ed animazione turistica rivolte agli ospiti dei lidi di Comacchio.
Sono ammessi ai benefici previsti dal bando i seguenti soggetti:
- imprese in forma singola (individuali, società di persone, società di capitali, società cooperative) che abbiano, per oggetto sociale, la promozione, organizzazione e gestione di eventi e manifestazioni;
- consorzi volontari operanti nel settore turistico;
- gruppi di imprese o associazioni che manifestino la volontà di aggregarsi in caso di approvazione del progetto (in forma di Associazione Temporanea di Imprese – ATI o di semplice Accordo di progetto scritto);
- associazioni di categoria e loro Società di servizi;
- associazioni senza scopo di lucro, pro loco e altre associazioni aventi finalità di promozione turistica, culturale, naturalistica, enogastronomica del territorio provinciale;
- associazioni di promozione sociale.
Gli aiuti sono concessi per dare un sostegno parziale alle spese per l’organizzazione, la realizzazione di programmi, veicolati attraverso un calendario di iniziative rivolte al pubblico dei lidi di Comacchio nel corso dell’anno 2012, contenente proposte, integrate tra loro, che consentano di migliorare l’offerta di intrattenimento e animazione turistica.

Sono finanziabili le seguenti tipologie di spese, sostenute dall’1° gennaio 2012, per la realizzazione del progetto:
- spese per realizzazione di materiali di promozione dell’iniziativa (materiali cartacei vari, pagine web, banner e striscioni, gadgets, ecc.);
- spese per attività di informazione, pubblicità e promozione dell’iniziativa su stampa, tv, radio, internet e affissioni;
- spese di organizzazione (affitto spazi espositivi, allestimenti, ospitalità, prestazioni professionali, diritti SIAE, acquisto premi, spese postali, forniture di servizi, contributi/rimborsi a enti o associazioni culturali, musicali, sportive, ecc. purché sempre riconducibili direttamente alla realizzazione dell’iniziativa oggetto del contributo);
- spese per la realizzazione di iniziative a carattere editoriale a supporto della promozione turistica del territorio in relazione all’evento/manifestazione in progetto (pubblicazioni, guide, carte, ecc.);
- costi relativi al personale interno o di consulenza fino ad un ammontare massimo pari al 10% del costo complessivo del progetto, se documentata la competenza specifica di tale personale relativa al progetto.
Le proposte progettuali ammesse saranno finanziate nella misura del 50% dei costi ammissibili nel limite massimo di contributo erogabile pari all’importo di euro 30.000,00 per ciascun singolo progetto.
Le domande di contributo possono essere presentate fino al 24 febbraio 2012, secondo una delle seguenti modalità:
a) per posta, con raccomandata A/R, al seguente indirizzo:
Camera di Commercio di Ferrara
Ufficio Marketing del Territorio, Innovazione e Qualità
Via Borgoleoni, 11
44100 Ferrara
b) per via telematica, con sottoscrizione digitale, al seguente indirizzo di posta elettronica certificata della Camera di Commercio: protocollo@fe.legalmail.camcom.it

Per maggiori informazioni:

Confesercenti di Ferrara - tel. 0532/778411

 

Contributi per l'avvio e lo sviluppo di nuove imprese femminili - scadenza 30 marzo, ad esaurimento fondi 

La CCIAA di Ferrara incentiva la creazione e lo sviluppo di nuove imprese a conduzione o a prevalente partecipazione femminile.
L’iniziativa si rivolge alle aspiranti imprenditrici e alle nuove imprese femminili già esistenti, in possesso dei seguenti requisiti:
Aspiranti imprenditrici devono essere occupate, inoccupate o disoccupate aventi un’età minima di 18 anni, residenza o domicilio nella provincia di Ferrara e che siano intenzionate ad avviare un’impresa, avente le caratteristiche di impresa femminile, localizzata nella provincia di Ferrara entro il 31 dicembre 2012.
Le nuove Imprese a conduzione o a prevalente partecipazione femminile devono avere sede e/o unità operativa nella provincia di Ferrara ed essere iscritte al Registro delle imprese presso la Camera di Commercio di Ferrara ed attive da non più di cinque anni alla data di presentazione della domanda.
Sono finanziabili (al netto di IVA e di altre imposte e tasse) le seguenti spese, sostenute nel periodo compreso tra il 1° dicembre 2011 e il 31 dicembre 2012:
- parcelle notarili relative alla costituzione o alla trasmissione dell’impresa (al netto di imposte, tasse e diritti di segreteria);
- acquisto di beni strumentali, macchinari, attrezzature, arredi, strutture non in muratura e rimovibili necessari all’attività;
- impianti generali per un importo massimo del 30% del totale dell’investimento complessivamente ammesso;
- quote iniziali del contratto di franchising, nel limite del 30% del totale dell’investimento complessivamente ammesso;
- acquisto e sviluppo di software gestionale, professionale e altre applicazioni aziendali inerenti l’attività dell’impresa;
- registrazione e sviluppo di marchi e brevetti e relative spese per consulenze specialistiche;
- spese pluriennali per il piano di comunicazione;
- ricerche di mercato relative all’analisi di settore e ai segmenti di mercato potenziali;
- consulenza e servizi specialistici nelle aree: marketing; logistica; produzione; personale, organizzazione e sistemi informativi; economico-finanziaria; contrattualistica;
- acquisizione di servizi di mentoring aventi lo scopo di supportare l’imprenditore nella gestione nei primi 3 anni di attività per una durata compresa tra un minimo di 20 ed un massimo di 35 ore per ogni impresa.
Sono, inoltre, finanziabili le spese dirette all’acquisizione dei seguenti servizi:
a) Incontri di mentoring
b) Consulenza specialistica di contenuto
c) Affiancamento diretto alla gestione imprenditoriale
d) Incontri di gruppo
Il contributo riconoscibile è pari al 50% dell’importo complessivo delle spese ammesse (al netto di IVA e di altre imposte e tasse), sino ad una misura massima di contributo di 5.000 euro. Potranno comunque beneficiare del contributo camerale gli interventi il cui costo minimo (spese ammesse) sia pari o superiore a 3.000 euro.
Nel caso di imprese localizzate o che saranno localizzate nel territorio del Comune di Ferrara, l’ammontare del contributo viene elevato a 6.000 euro.
Le domande potranno essere presentate a partire dal 27 febbraio 2012 al 30 marzo 2012, salvo chiusura anticipata dei termini, per esaurimento delle risorse disponibili.
Le domande dovranno essere inviate esclusivamente:
- per posta, con raccomandata A/R, al seguente indirizzo:
Camera di Commercio di Ferrara
Ufficio Marketing del Territorio, Innovazione e Qualità
Via Borgoleoni, 11
44121 Ferrara
- per via telematica, con sottoscrizione digitale, al seguente indirizzo di posta elettronica certificata della Camera di Commercio: protocollo@fe.legalmail.camcom.it
 
 
Per informazioni:
Confesercenti Ferrara - Via Darsena, 178 - Tel. 0532 - 778441 - E-mail: direzione.provinciale@confesercentiferrara.it

 

FORLI-CESENA

Aiuti alle PMI per fiere all’estero

La CCIAA di Forlì Cesena ha pubblicato un bando per disciplinare la concessione di contributi per la partecipazione a fiere e mostre specializzate all'estero.
Sono ammesse ai contributi le micro, piccole e medie imprese: Artigiane; Industriali; Commerciali di vendita al dettaglio e di vendita all'ingrosso di tutti i settori economici.
Sono altresì ammesse le micro, piccole e medie imprese che appartengono al settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli.
Le imprese ammesse devono risultare attive ed avere sede operativa nella provincia di Forlì-Cesena.

Il contributo non potrà superare il 50% delle spese (al netto di IVA) di:
- noleggio ed allestimento dell’area espositiva (compresi gli eventuali servizi e forniture opzionali quali energia elettrica, pulizia spazio espositivo, assicurazioni obbligatorie, ecc);
- hostess e interpretariato;
- trasporto materiali e prodotti, compresa l’assicurazione;
- ricerca partner relativa al Paese in cui si svolge la manifestazione fieristica oggetto di richiesta di contributo.
Non sono ammissibili le spese di viaggio e soggiorno, di taxi, navette, di rappresentanza e di produzioni di campionature.

I contributi sono erogati in regime "de minimis" e non potranno superare i seguenti massimali:
- euro 6.000,00 per partecipazioni a fiere e mostre extra U.E.;
- euro 3.000,00 per partecipazioni a fiere e mostre all’interno della U.E.;
- euro 1.500,00 euro per spese relative ad attività di ricerca partner.
Ciascuna impresa potrà beneficiare di entrambi i contributi previsti una sola volta all'anno e per non più di 4 anni per la stessa manifestazione, con riduzione dei contributi concedibili al 50% il 3° e 4° anno.
Le imprese che intendono ottenere il contributo dovranno far pervenire la relativa domanda inderogabilmente prima della data di inizio della manifestazione e prima del sostenimento delle spese.

Le domande dovranno essere inviate esclusivamente:
- per posta al seguente indirizzo:
Camera di Commercio di Forlì-Cesena
U.O. Internazionalizzazione
Corso della Repubblica 5, 47121 Forlì (FC)

- per via telematica al seguente indirizzo di posta certificata della Camera di Commercioe tramite posta elettronica certificata: protocollo@fc.legalmail.camcom.it;
- a mano;
- via fax al numero 0543/713544.

Ulteriori informazioni presso l'Ufficio Credito della Confesercenti di Forlì
Via Grado, 2

Tel. 0543 - 375701

 

PARMA

Contributi per imprese del commercio e dei servizi per sistemi di sicurezza digitali  -  scadenza 20 aprile 2012

La CCIAA di Parma ha pubblicato un bando per la concessione di contributi a favore delle imprese commerciali e di servizi, maggiormente esposte a fatti criminosi, a sostegno degli interventi di adeguamento dell' impianto di sicurezza alla tecnologia digitale.
Sono anche ammesse ai contributi le imprese che svolgono, in sede non fissa, le seguenti attività:
- trasporto persone con autoveicoli pubblici non di linea (taxi, N.C.C.);
- agenzia e rappresentanza commerciale di prodotti orafi.
Le imprese sono beneficiarie dei contributi a condizione che:
- abbiano sede operativa nella provincia di Parma;
- siano iscritte al Registro Imprese e abbiano denunciato l’inizio dell’attività;
- siano in regola con il pagamento del diritto annuale dovuto alla Camera di Commercio;
- non risultino a loro carico protesti cambiari o procedure concorsuali.
Sono ammissibili al contributo le spese relative all’acquisto e all’installazione di apparecchiature idonee a trasformare l'impianto già precedentemente installato da analogico a digitale.
L'impianto installato dovrà conservare le medesime caratteristiche previste nel regolamento della Camera di Commercio per la concessione di contributi a favore delle imprese maggiormente esposte a fatti criminosi vale a dire che dovrà trattarsi di impianto atto a consentire l’immediata segnalazione alle Forze dell’ordine del fatto criminoso in atto tramite collegamento in video a colori, con memoria degli eventi, diretto con le Sale operative delle Forze dell’ordine (Questura, Carabinieri, Polizia Municipale, altre Forze dell’ordine) ovvero di Istituti di vigilanza privati autorizzati. La memoria deve risultare richiamabile da parte della Sala operativa collegata.
Sono ammissibili al contributo solo le spese relative ad interventi non ancora effettuati (e pertanto a fronte dei quali non è ancora stata emessa fattura) alla data della presentazione della domanda. Non sono ammissibili interventi di edilizia.
Il contributo, erogato in base al regime de minimis, è fissato nella misura del 40% delle spese sostenute ed effettivamente ammissibili, da un minimo di € 250,00 fino ad un massimo di Euro 500,00.

Le domande di contributo dovranno essere presentate prima della realizzazione dell’intervento e fino al 20 aprile 2012.

 

La domanda, in bollo, dovrà essere consegnata a mano o spedita al seguente recapito:
Camera di Commercio di Parma
Via Verdi 2
43121 Parma

 

Scarica la modulistica.

 

Scarica il bando.

 

Ulteriori informazioni presso la Confesercenti di Parma: tel. 0521/382611

 

RAVENNA

Contributi per l'occupazione - scadenza 29 febbraio 2012


Il Comune di Ravenna eroga contributi, a fondo perduto, al fine di incentivare l'occupazione.
Possono beneficiare del bando le Imprese con sede legale e/o operativa nel territorio del Comune di Ravenna, che abbiano attivato o attivino - dal 1° gennaio 2011 al 29 giugno 2012 - con cittadini residenti nel Comune di Ravenna (almeno dal 1° gennaio 2011), contratti di lavoro dipendente a tempo indeterminato o comunque di durata continuativa pari o superiore a 12 mesi, a tempo pieno o a tempo parziale (per minimo 20 ore settimanali) e per i quali non abbiano chiesto e/o ricevuto alcun contributo di sostegno da parte dello Stato o di altri Enti pubblici. L'impresa, inoltre, deve essere in regola con il versamento dei contributi assistenziali e previdenziali e con il pagamento delle retribuzioni del proprio personale.
Il contributo, per ogni caso di assunzione a tempo pieno, è di € 4.000,00 una tantum (€ 6.000,00 una tantum per le assunzioni delle persone disabili effettuate, in aggiunta alla quota obbligatoria per legge, senza fruizioni di agevolazioni fiscali o contributi specifici). Per le assunzioni a tempo parziale (per minimo 20 ore), l'entità del contributo sarà proporzionalmente calcolata.

Il contributo sarà erogato dal Comune di Ravenna al titolare dell’impresa entro 60 (sessanta) giorni dalla presentazione, da parte dello stesso, della documentazione di rendicontazione ad avvenuto compimento del dodicesimo mese di vigenza del contratto e previa formulazione della graduatoria.

I soggetti interessati dovranno far pervenire la domanda di contributo, entro e non oltre il 29 febbraio 2012, al seguente indirizzo:
Comune di Ravenna
Ufficio relazioni col pubblico
Via Guido Da Polenta, 4
48121 Ravenna

Ulteriori informazioni presso gli uffici della Confesercenti di Ravenna
Piazza Bernini 7
0544/292711